È una buona idea investire nell'indice Dow Jones? È l'indice più prestigioso del mercato azionario statunitense. Raggruppa le 30 maggiori aziende per capitalizzazione di mercato negli Stati Uniti, ma è una buona idea investire nell'indice Dow Jones?È una buona idea investire nell'indice Dow Jones?

È una buona idea investire nell’indice Dow Jones?

È l’indice più prestigioso del mercato azionario statunitense. Raggruppa le 30 maggiori aziende per capitalizzazione di mercato negli Stati Uniti, ma è una buona idea investire nell’indice Dow Jones?È una buona idea investire nell’indice Dow Jones?

Investimento diretto o indiretto?

Durante la nostra carriera abbiamo dovuto spiegare a molti investitori al dettaglio il vantaggio dell’investimento indiretto rispetto all’investimento diretto in titoli. L’investimento indiretto è attraverso attività che diversificano il rischio. Abbiamo pubblicato un video molto illustrativo sul nostro canale Youtube. Si tratta di un seminario tenuto dal nostro collaboratore Isaac Sánchez. In “Come passare da spot a trader di derivati e perché”, ci sono abbastanza ragioni per considerare questa possibilità. Da costi di transazione più bassi, meno esposizione al rischio sistemico e specifico, per approfittare meglio dei cambiamenti nelle tendenze del mercato, ecc.

L’investimento diretto non è un’attività raccomandata per tutti gli investitori. È vero che se ottengono il bene giusto per operare possono ottenere un ritorno significativo, certamente molto più alto di quello che otterrebbero attraverso un investimento indiretto. Ma è anche vero che il rischio assunto è molto più alto. Il fatto di dover monitorare continuamente gli investimenti diretti è complesso e richiede conoscenza, tempo e dedizione.

L’investimento indiretto garantisce il successo?

Tutt’altro. Abbassa notevolmente il rischio di investimento, grazie all’effetto di diversificazione.

La mancanza di tempo, la mancanza di conoscenza e la necessità di un’attenzione continua possono essere stati alcuni dei fattori che hanno portato i giornalisti Charles Dow e Edward Jones, nel lontano 1882, a creare i primi indici di borsa. Questi indici permettevano, seguendoli, di monitorare tutti i titoli quotati alla Borsa di New York. Se non tutti, almeno i più rilevanti, quelli che hanno mosso la tendenza di quel mercato allora incipiente.

È una buona idea investire nell’indice Dow Jones?

Cos’è l’indice Dow Jones e come è nato?

Il Dow Jones Industrials è stato creato raggruppando le 12 aziende più importanti del momento. Si è espanso a 20 nel 2016 e alle 30 aziende che ora compongono definitivamente l’indice dal 1928.

Si tratta di un indice ponderato delle 30 società a più alta capitalizzazione della Borsa di New York, escludendo le società di servizi e di trasporto.

Questo indice è diventato il più prestigioso, ma bisogna sottolineare che la sua performance è lontana dal riflettere l’andamento generale del mercato azionario statunitense, né ovviamente dell’economia industriale statunitense. Quello che è vero è che, raggruppando le trenta maggiori aziende per capitalizzazione di mercato, dà un’idea molto affidabile dell’evoluzione sia dell’economia che del mercato azionario.

Perché il Dow Jones e non l’S&P500, il Nasdaq Composite o il Russell 2000?

Se guardiamo il seguente grafico, possiamo vedere che negli ultimi dieci anni non c’è una grande differenza tra la performance del DJI e i principali indici del mercato azionario statunitense che raggruppano un maggior numero di aziende, come l’S&P500 e il Russell 2000. Colpisce persino vedere che il Russell 2000 mostra una maggiore volatilità di fronte a movimenti di mercato più netti.

Chiaramente, un indice come il Nasdaq, con un grande peso di aziende tecnologiche nella sua composizione, mostra una performance molto migliore.

Ma per un investitore che muove i primi passi nell’investimento in indici, crediamo che il DJI sia una buona scelta.

È una buona idea investire nell’indice Dow Jones?

È una buona idea investire nell’indice Dow Jones?

Se sei un investitore inesperto, ci hai seguito fin qui e sei convinto che sarebbe una buona idea seguire il Dow Jones e investire in esso, ora ti starai chiedendo quali alternative hai per farlo, dato che non è possibile comprare o vendere l’indice in contanti. Infatti, bisogna farlo attraverso prodotti derivati o attraverso prodotti di investimento collettivo.

Per quanto riguarda i prodotti derivati, sulle piattaforme iBroker abbiamo futures, opzioni e CFD. Se cliccate sul link vedrete la differenza tra ciascuno dei diversi prodotti.

Per quanto riguarda le caratteristiche di ciascuno dei diversi prodotti, potete vedere qui sotto.

Futures e opzioni sul mercato CME:

  1. E-Mini Dow Jones, con un moltiplicatore di 5 dollari al punto.
  2. Micro E-Mini Dow Jones, con un moltiplicatore di 0,5 dollari al punto e una garanzia intraday di 990 dollari.
  3. Opzioni E-Mini Dow (trimestrali e settimanali, con un moltiplicatore di 5 dollari per punto, una commissione di 4,50 dollari e un margine variabile a seconda della posizione aperta complessive.

Indice CFD:

  1. CFD US30, con un moltiplicatore di 1 USD per punto, una commissione implicita nella gamma di prezzi e una garanzia del 5% sul valore di cassa del contratto.
  2. CFD Wall Street 30 (Mini), con un moltiplicatore di 0,1 USD per punto, una commissione di 0,30 USD per contratto eseguito e una garanzia del 5% sul valore di cassa del contratto.

ETF CFD:

  1. Dow Jones Industrial Avg ETF (DIA). Con le stesse condizioni operative dei CFD azionari USA.

I commenti fatti in questo articolo, le possibili transazioni suggerite o suggerite e il materiale fornito sono solo a scopo educativo e non costituiscono in alcun modo una consulenza professionale, una proposta di investimento o una raccomandazione di trading. iBroker Global Markets Sociedad de Valores, S.A. non è responsabile delle conseguenze delle informazioni diffuse né può garantire che le informazioni siano accurate e/o complete.

Anche i futures e le opzioni sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. I futures e le opzioni non hanno una protezione del saldo negativo e le perdite possono superare il saldo in deposito sul vostro conto.

Maggiori informazioni sul prodotto possono essere trovate nel KID disponibile sul sito ibroker.it

Analisi Oro

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies