Il Future dell'indice Nikkei: il grande trascurato

Il Future dell’indice Nikkei: il grande trascurato

Il Future dell'indice Nikkei: il grande trascurato

Abbiamo sentito parlare dei “tre decenni perduti” del Giappone per molto tempo. Il suo mercato azionario appare in secondo o terzo piano, ma se le cose stessero cambiando in questo paese? Abbiamo alternative per avere un’esposizione a questo gigante addormentato? Cosa è successo all’indice Nikkei future, quel grande dimenticato?

Nikkei Future Index: l’indice del mercato azionario più popolare in Giappone

Negli ultimi dieci anni, c’è stato un crescente interesse tra gli investitori individuali nel trading di futures e CFD sugli indici di vari mercati finanziari come CME Group, Eurex, Euronext e MEFF, che noi di iBroker intermediamo.

Tuttavia, ci mancava la materializzazione dello stesso interesse collettivo nell’indice Nikkei. Questo indice misura la performance dei 225 titoli più liquidi quotati alla Borsa di Tokyo. Puoi fare trading con noi attraverso il Nikkei Futures, quotato in USD, il mercato dei derivati di CME Group o anche i CFD su questo indice.

Il Future dell’indice Nikkei: il grande trascurato

Rivedendo nelle ultime settimane i livelli a cui si trovano i principali indici mondiali, (molti dei quali nella zona dei massimi storici o molto vicini ad essi), osserviamo qualcosa che attrae la nostra attenzione: il Nikkei è ancora lontano dai suoi massimi storici.

Ma, come possiamo vedere nel grafico, la sua evoluzione negli ultimi dieci anni, migliora altri indici come il Dax o l’EuroStoxx… (il Dax è la linea arancione e l’EuroStoxx quella blu)…

Evoluzione del Future dell’Indice Nikkei.

Il modello imprenditoriale giapponese potrebbe essere in evoluzione

Prima della crisi immobiliare che ha fatto crollare il suo mercato azionario e gran parte della sua economia alla fine degli anni ’80, l’obiettivo delle imprese giapponesi era di crescere a tutti i costi: l’importante era la dimensione.

Negli ultimi anni, tuttavia, si può vedere che il modello è cambiato e ora l’attenzione è rivolta alla redditività.

In passato, era normale che le grandi imprese giapponesi fossero presenti in tutti i tipi di settori industriali e finanziari, e che andassero sui mercati internazionali a comprare aziende, indipendentemente dalle loro valutazioni, guardando solo al loro volume.

Negli ultimi anni, si sono concentrati sul loro settore principale, cercando risultati ricorrenti e non rinunciando alle acquisizioni per crescere. Ma ora, sì, lo fanno guardando le loro valutazioni…

Inoltre, molti gruppi imprenditoriali stanno approfittando molto positivamente della campagna di incentivi fiscali per trasformarsi. Queste misure sono state avviate alcuni anni fa, ma abbiamo l’impressione che si sia parlato molto poco dei loro effetti positivi, a differenza di quanto è successo in altri paesi come gli Stati Uniti, dopo la riforma fiscale di Trump, senza andare oltre.

Come può un investitore al dettaglio esporsi al mercato giapponese?

Sembra chiaro che ciò che ha senso è cercare strumenti che riflettano l’indice o gli indici principali della regione in cui vogliamo essere presenti. Aumenta la diversificazione rispetto all’investimento diretto in un singolo titolo o insieme di titoli, abbassando così la volatilità e il rischio.

Coloro che preferiscono usare i derivati, entrambi sulla piattaforma iBroker, hanno diverse possibilità:

  1. Il Nikkei/USD Future (NKD): Un future sul Nikkei quotato in dollari, sul Chicago Market Exchange.
  2. Il CFD sull’indice JPN225s quotato in yen.
  3. Il CFD Japan 225 LMAX, anch’esso quotato in yen.
  4. Il CFD sull’iShares MSCI Japan EUR Hedged UCITS ETF, che è quotato in euro.

I riferimenti fatti in questo articolo, le possibili transazioni suggerite o proposte e il materiale fornito sono solo a scopo educativo e in nessun caso costituiscono una consulenza professionale, una proposta di investimento o una raccomandazione di trading. iBroker Global Markets Sociedad de Valores, S.A. non è responsabile delle conseguenze delle informazioni diffuse né può garantire che le informazioni siano accurate e/o complete.

Anche i futures e le opzioni sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. I futures e le opzioni non hanno una protezione del saldo negativo e le perdite possono superare il saldo in deposito sul vostro conto.

Potete trovare maggiori informazioni sul prodotto nel KID disponibile sul sito ibroker.it

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies